Immagine di libri volanti
Professionisti al Vostro servizio
Libreria Editrice
Campedel
Campedel
PARISE GOFFREDO
Il ragazzo morto e le comete
PARISE GOFFREDO, Il ragazzo morto e le comete
PARISE GOFFREDO, Il ragazzo morto e le comete
Autore:
PARISE GOFFREDO
Titolo:
Il ragazzo morto e le comete
Descrizione:
Editore:
ADELPHI
Data di edizione:
maggio 2005
Pagine:
177
Dimensioni cm.:
14x22
ISBN13:
9788845920745
Codice:
187964
Collana:
Biblioteca Adelphi 494
Prezzo:
Disponibilità:
* Offerta valida 30 giorni (fino ad esaurimento scorte)
18.00. Nostra offerta con sconto 15%: € 15.30 *
normalmente disponibile per la spedizione in 5 giorni lavorativi
Dati aggiornati a maggio 2005
0 - 26 0
Lingua
Italiano
Allegati:
Ordina
?
Modalità, tempi e costi di consegna
Prenota e ritira
La collana Biblioteca Adelphi
Nel 1950 Goffredo Parise, allora ventenne e del tutto sconosciuto, propone a un editore della sua città un temerario romanzo "lirico e cubista (cioè romantico)", irto di "fratture narrative, di tempo e luogo", sull'amicizia tra due ragazzi_ Come se non bastasse, rifiuta qualsiasi intervento: "solo così come è attualmente mi pare e lo sento quale parte di me stesso" scrive sfrontato all'editore_ L'editore capitola _ Il ragazzo morto e le comete esce nel 1951 in una tiratura di 1_000 copie_ L'insuccesso è totale_ Le cose, del resto, non potevano andare diversamente_ Scritto da un diciottenne "con il sentimento con cui, a quell'età, si scrivono poesie", e con l'esplosiva urgenza di chi "vede la vita a batticuore", Il ragazzo morto e le comete nulla ha da spartire con la letteratura allora dominante_ "Siamo di fronte" ha scritto anni dopo Montale "a una sostanza poetica che ribolle e rifiuta di assestarsi entro schemi definibili"_ E anche oggi, rileggendolo, è difficile sottrarsi all'impressione di aprire una scatola a sorpresa da cui prorompono figure sbalorditive, incantevoli e dolenti: Antoine, che con una parrucca bianca e una redingote di raso azzurro vola in pallone; Squerloz, il costruttore di barche che vive in cantina con un barbagianni, una civetta e un topo bianco; Edera, che tutti credono una qualsiasi ragazza bionda mentre in lei "c'è molto di più e che non si può dire perché è mistero"; Leopolda e Massimino, coi loro occhi di vetro, la pelle di stracci e un corteo di infinite, orribili malattie_ Sono gli esseri che popolano il mondo del ragazzo di quindici anni e del suo inseparabile amico Fiore, che non si rassegna alla sua morte e continua a cercarlo_ Un mondo di fiabesche macerie, giornate spopolate dai bombardamenti, riti al dio Moloch celebrati dentro il giardino delle novizie, cinema dai sedili di latta storti e scrostati, morti che hanno l'ambizione di vivere e vivi che si danno sepoltura da soli_ Un mondo inconcepibile e necessario, "al tempo dimenticato del tramonto e della fine dell'Occidente"_ O anche, per usare le parole di Parise, "una cineteca personale di volti, immagini e sensazioni" - che si installa nella nostra mente per non uscirne più_

© Libreria Campedèl - Piazza dei Martiri,27/d - 32100 Belluno
telefono +39.0437.943153 fax +39.0437.956904 e-mail info@campedel.it