Immagine di libri volanti
Professionisti al Vostro servizio
Libreria Editrice
Campedel
Campedel
ZANDERIGO ROSOLO G.
Statuti della Comunità di Cadore del 1338-1427
ZANDERIGO ROSOLO G., Statuti della Comunità di Cadore del 1338-1427
Autore:
ZANDERIGO ROSOLO G.
Titolo:
Statuti della Comunità di Cadore del 1338-1427
Descrizione:
Con lo statuto caminense del 1235 e con le addizioni fino al secolo XVIII
Editore:
Istituto Bellunese Ricerche S.
Data di edizione:
maggio 2022
Pagine:
486
Dimensioni cm.:
17X24
ISBN13:
9788898941292
Codice:
343476
Collana:
Serie Storia 59
Prezzo:
Disponibilità:
* Offerta valida 30 giorni (fino ad esaurimento scorte)
50.00. Nostra offerta con sconto 5%: € 47.50 *
disponibile
Dati aggiornati a maggio 2022
2 - 230 4400
Lingua
Italiano
Allegati:
Ordina
?
Modalità, tempi e costi di consegna
Prenota e ritira

ZANDERIGO ROSOLO G., Statuti della Comunità di Cadore del 1338-1427, Istituto Bellunese Ricerche S. in campedel.it
Descrizione
Cosa prevedevano le leggi cadorine nel passato in caso che ci fosse stata una violenza su una donna? E se veniva maltrattato un “mentecatto” in famiglia cosa fare? E in caso di ferimento di qualche persona, come veniva punito l’offensore? Domande del genere se ne possono fare molte e a quasi tutte potrebbe rispondere Statuti della Comunità di Cadore Del 1338-1427 il volume di Giandomenico Zanderigo Rosolo, recentemente edito dall’Istituto Bellunese di Ricerche Sociali e Culturali.
L’opera contiene infatti tutte le leggi del Cadore dal 1235 fino al 1700, costituendo pertanto un panorama completo dei “delitti e delle pene” nei nostri paesi nei secoli passati.
Ritornando alle domande iniziali le risposte sarebbero: per violenza su una donna, la pena era il taglio della testa; in caso di maltrattamento in famiglia di un “mentecatto” era previsto un ricovero d’ufficio e il conferimento all’ospedale di tutti i suoi beni. Sarebbe lungo descrivere le pene per i vari casi di ferimento delle persone, cosa che allora era assai frequente e che è trattata in varie parti della legislazione.
Tutto ciò e tanto altro è reperibile nell’ampia parte introduttiva che Giandomenico Zanderigo Rosolo premette alla pubblicazione dei vari Statuti succedutisi nel tempo.
La parte più impegnativa è però quella dedicata ai testi che contengono le varie norme di diritto vigente nel Cadore. Essa è frutto di ricerche e di revisioni. Vengono utilizzati dei documenti che non erano noti e ritrovati in archivi anche esteri, vengono riesaminati sotto diversa luce documenti già noti, sono state corrette forme precedentemente mal interpretate, il tutto per offrire agli studiosi un testo il più autentico possibile di questa legislazione così ampia, così varia e così interessante per noi che amiamo le cose della nostra terra e della sua cultura, coltivata anche in questo caso da ricercatori appassionati, non sostenuti da contributi pubblici.
Scheda creata Lunedi' 27 giugno 2022
La collana Serie Storia

© Libreria Campedèl - Piazza dei Martiri,27/d - 32100 Belluno
telefono +39.0437.943153 fax +39.0437.956904 e-mail info@campedel.it